Sue Eccellenze

La comunità di Menfi si dedica con passione, infaticabile, alle proprie attività, ed ogni stagione ha i suoi riti, i sui raccolti, i suoi prodotti: in inverno, fino ad aprile, gli agricoltori raccolgono il carciofo spinoso di Menfi, mentre da maggio i pastori producono i formaggi dop tipici del territorio, ossia la tuma e la vastedda del Belice. A giugno si mietono nei campi le varietà antiche di grano siciliano che poi i mugnai trasformano in pane e altri prodotti da forno. In estate, da luglio, le reti dei pescatori traboccano di sarde pescate nel mare di Selinunte. Ad agosto si raccolgono dall’orto i pomodori, che impegnano tutta la famiglia nel rito della produzione la salsa. Se a settembre poi l’intero territorio è in vendemmia, per raccogliere le uve da cui nasceranno grandi vini, ad ottobre si raccolgono le olive biancolilla, cerasuola e nocellara, per produrre un eccellente olio di oliva Dop Val di Mazara.

Sue eccellenze pecore

I grani antichi siciliani hanno un patrimonio genetico appartenente alla biodiversità mediterranea. Grazie alla vocazione del territorio ed alla esperienza degli agricoltori, i grani coltivati a Menfi sono ricca fonte di vitamine, minerali e proteine. Qui viene ancora macinato nei mulini a pietra, e per la comunità contadina fare il pane con il lievito madre nel forno a legna è una mansione di vita semplice e naturale.

Sue eccellenze grani

Una pratica che coinvolge tutta la famiglia in estate è la produzione della salsa di pomodoro fresco. Raccolti i pomodori dall’orto dietro casa, inizia la preparazione della salsa. C’è chi lava, chi asciuga, chi pulisce il pomodoro, chi lo cuoce nel pentolone riposto sulle braci di legno di ulivo, per poi passarlo ed assistere nella sua trasformazione in salsa e travasarlo in bottiglie di vetro che lo custodiranno per mesi. La sensazione regalata dall’apertura della bottiglia in pieno inverno, e dallo sprigionarsi di profumi che richiamano la bella stagione, è unica ed irripetibile!

Sue eccellenze pomodoro

Questa terra fertile è anche costellata di magnifici ulivi, dai cui frutti si producono oli da olive biancolilla, nocellara e cerasuola, dagli aromi intensi e dal colore che incanta, e che durante tutto l’arco dell’anno arricchiscono piatti della tradizione contadina. La sensazione regalata da una fetta di pane a lievitazione naturale, condito da olio, sale ed origano di collina, non ha pari! Intenso!

Sue eccellenze olio

Dal latte delle pecore e delle capre girgentane allevate allo stato brado si producono freschi formaggi, dalla vastedda, alla tuma ed al primo sale, sino alla delicata ricotta. Formaggi di antica tradizione, che rimandano alla passione ed esperienza dei pastori e dei casari di Menfi. Recano con se tutti i profumi delle erbe spontanee della campagna di cui si cibano i pascoli. Freschi, fragranti e delicati, sono i protagonisti di tutti i piatti della cucina contadina.

Sue eccellenze formaggio

Il mare antistante la costa tra Selinunte e Menfi è da sempre famoso per la bontà e copiosità del suo pesce azzurro. Qui in estate i pescatori tirano le reti cariche di sarde profumate e saporite. L’antica tradizione vuole che si preparino arrostite sulla brace, infilzate “allo spitu”, fatto con le canne che crescono spontanee. Condite con sale e olio, accompagnate da fette di cipolla rossa, sono una vera delizia! 

Sue eccellenze sarde

A Menfi si produce il carciofo spinoso violetto, dolce, tenero e profumato, presidio Slow Food. Una produzione antica, recuperata grazie alla passione di giovani agricoltori. Raccolto in inverno, si cucina stufato, alla “villanella”o alla brace, da solo o insieme ad altri “illustri” ortaggi come fave e piselli, il carciofo si presta a preparare ottimi piatti simbolo del territorio. 

Sue eccellenze carciofo

it en